martedì 5 febbraio 2019

M, il figlio del secolo. La storia romanzata (ma non romanzesca) del Fascismo




Al centro: Gabriele d'Annuznio, Benito Mussolini e Italo Balbo

Ho conosciuto Antonio Scurati ascoltando una trasmissione su Radio Tre. Stava presentando il suo libro e mi hanno subito colpito l'eloquio fluente, privo di intellettualità e la novità della proposta su un argomento oggi ancora scottante e che pochi riescono ad affrontare senza cadere nel luogo comune.

La storia romanzata (ma non romanzesca) del Fascismo con un protagonista assoluto: M, Benito Mussolini. Avevo definito l'autore di parte ma ora che ho terminato di leggere mi devo ricredere: non sarà di destra, ma la genesi del Dittatore esce tra le righe dei fatti fedelmente narrati, e ognuno si faccia l'idea che crede. Scema il lato romantico del Fascio, quello di Dio, Patria e Famiglia, cui si rifanno alcuni movimenti ancora oggi; sale quello violento quanto l'italica accidia che l'ha permesso tra indecisione, incomprensione, errata valutazione, convenienza e l'innervatura violenta. Stupisce come un'armata di sbandati disorganizzati e criminali abbia potuto mettere in crisi una Stato costituito, e come molti, troppi, si siano pronati quando sarebbe bastato opporsi. Giacomo Matteotti, bullizzato a morte in pieno giorno e in piena luce, fa ombra anche ai suoi e decreta, con la sua orribile fine, anche quella di ogni illusione sulla dittatura appena nata. Ci vorrano quasi altri diciotto anni per scrivere l'ultima parola.
Il clima culturale e l'atmosfera del dopoguerra sono ben evidenziati nella delusione dei reduci, nel loro desiderio di riscatto, e nella speranza accesa dalla Rivoluzione d'Ottobre nelle masse contadine sfruttate e sedate nei sanguinosi moti nelle campagne dell'Emilia Romagna. 
Un libro avvincente, coraggioso, privo di retorica, lucido e straordinariamente autentico. Un'opera che sarà ricordata negli anni, forse un nuovo modo di raccontare la storia.
Sono andato a leggere qua e là il Corriere nelle varie date, non per controllare ma riscontrare metodo e fatti, e sono rimasto stupito dall'esattezza e dall'onestà intellettuale nel citare episodi.
Spero di leggere presto i due seguiti annunciati.

#ilfigliodelsecolo #antonioscurati #mussolini #fascismo #marciasuroma #libridaleggereprimadimorire #autoeditoria #selfpublishing #autoproduzione #leggere #leggerechepassione #maresciallomaggio #zipporodirectpublishing #italobalbo #gabrieledannunzio #bompiani #librodel2018

Nessun commento:

I più popolari